Scarica la nostra brochure

brochure aikido

A proposito dell'Aikido

Quanto tempo occorre per essere bravi nell'Aikido?

Il Fondatore dell’Aikido Maestro Ueshiba diceva che lo scopo dell'arte dell'Aikido è quello di rendere le persone migliori in modo tale che possano a loro volta cercare di migliorare il mondo.  Con l'Aikido si impara  a relazionarsi con le altre persone con sincerità, spontaneità e umiltà attraverso la pratica.

Perciò se si riesce praticare l'Aikido con regolarità, sicuramente si crescerà e si migliorerà e si diventerà "bravi", nel senso che ognuno affronterà se stesso e diventerà una persona migliore così come è, ognuno a seconda delle proprie caratteristiche, nel proprio ambiente, sia il lavoro, la famiglia, e la società in genere.

Non faccio attività fisica e sono pieno di acciacchi: posso praticare Aikido?

Non c'è nessun problema ad avvicinarsi all'Aikido anche per le persone sedentarie o gli anziani. Affidandosi agli insegnamenti di un Maestro consapevole, si potrà approcciarsi all'Aikido facendo un lavoro graduale.

La pratica dell'Aikido, essendo una disciplina dolce rispetto ad altre arti marziali, permette di migliorare non solo il proprio stato di salute dal punto di vista fisico ma anche psicologico.

A che età si deve cominciare praticare Aikido?

Non c’è un’età adatta per iniziare, ma esiste invece un momento in cui si può avvertire la voglia di avvicinarsi a quest’arte. Alcuni iniziano da bambini, e naturalmente in questo caso sono i genitori a farglielo conoscere, altri da giovani oppure in età matura o avanzata. Quello che conta è sentire dentro di sé il desiderio di iniziare un’esperienza nuova e trarne piacere dalla pratica.

I bambini possono praticare Aikido?

L'Aikido non è uno sport traumatico o che richiede particolari doti fisiche. I bambini possono tranquillamente praticare Aikido a qualunque età, e sicuramente ne gioveranno in quanto alla loro capacità di interagire e socializzare  con gli altri e nella percezione e affermazione del proprio io!

Per praticare l'Aikido bisogna fare delle gare?

Aikido sta per AI = amore, unione; KI = energia, spirito, volontà; DO= metodo, via, strumento

L'insegnamento del Fondatore è che lo spirito del Budo non si può realizzare in una atmosfera competitiva dove l’unica cosa che conta è la vittoria ad ogni costo, ma che si debba manifestare invece nella ricerca della perfezione come essere umano attraverso allenamenti intensi insieme a spiriti affini.

Per questo nell’Aikido non ci sono le gare e  non è mai diventato uno sport competitivo con divisioni di età, peso e classifiche.

L'Aikido è utile per difendermi da una aggressione ?

L’Aikido di per sé offre a chi lo pratica da tempo delle basi per la difesa personale, ma questo non è lo scopo dell’Aikido.

L’allenamento dell’Aikido si svolge con determinati attacchi prefissati a cui si contrappongono tecniche di difesa altrettanto prefissate. Insomma, all’attaccante viene ordinato di attaccare in un certo modo e al difensore di reagire con una certa tecnica. Chi attacca sa esattamente cosa sta per succedergli e si prepara anche a subire quella data reazione.

In Aikido si combatte contro se stessi, contro le proprie paure ed i propri limiti, più che imparare a lottare contro qualcuno.

Praticare l'Aikido fa dimagrire?

L'Aikido è una pratica che , come tutte le arti marziali in genere, puntano ad armonizzare il corpo e lo spirito con l'universo che ci circonda. A differenza di altre discipline l'Aikido è un'arte marziale molto più "lenta": sviluppa agilità, scioltezza e stabilità, ma fisicamente non impegna così intensamente. Si può anche sudare molto, in particolare se si ha un maestro che ama un Aikido molto dinamico e faticoso, ma non è propriamente uno sport che fa dimagrire!  

Che differenza c'è fra l'Aikido e le altre arti marziali?

Nell'Aikido la componente di competizione/vittoria/sconfitta è molto meno presente che in altre arti marziali. Contrariamente ad altre arti marziali che sono incentrate sui movimenti lineari (avanti, indietro, in diagonale), le tecniche dell’Aikido si fondano e si sviluppano su un movimento circolare il cui perno è colui che si difende. Nell'Aikido inoltre la dimensione spirituale/ filosofica è molto più marcata che in altre arti